Sindrome di Gilbert, EDTA, arrossamenti e pruriti.

Dedicato a chi ha bisogno di aiuto su argomenti di vario genere
Rispondi
groucho
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 1
Iscritto il: dom mag 28, 2017 9:52 am

Sindrome di Gilbert, EDTA, arrossamenti e pruriti.

Messaggio da groucho » dom mag 28, 2017 10:49 am

Quasi tre mesi fa, ho iniziato l'assunzione di EDTA fosfolipidico (20 ml alla settimana in unica somministrazione) per due mesi. Dopo tre settimane circa dall'inizio dell'assunzione ho notato che improvvisamente apparivano sul mio corpo dei piccoli arrossamenti accompagnati da un forte prurito, spesso avevo forte prurito anche in assenza di arrossamento. La cosa che non riuscivo a spiegarmi consisteva nel fatto che pur grattandomi con molta delicatezza e non direttamente sulla cute, la pelle si arrossava in modo abnorme, come se mi avessero preso a colpi di frusta. Trovavo beneficio assumendo un antistaminico. Proprio ieri, parlandone con un amico, che come me è affetto dalla Sindrome di Gilbert, lo stesso mi diceva che a causa di tale sindrome soffre di forte prurito. Ovviamente, non ho dato alla cosa una particolare importanza per il semplice fatto che io soffro di tale sindrome da sempre e soffro di prurito soltanto da un paio di mesi. Tuttavia, ho sentito la necessità di fare una ricerca sul web, e tra i tanti documenti ho trovato una vecchia pagina di questo Forum, nell'ambito della discussione avevo modo di apprezzare l'interessante contributo dell'Amministratore (sanmag), che riconduceva la presenza di un forte prurito all'aumento dei sali biliari in circolo piuttosto che alla Sindrome di Gilbert. Proprio a quest'ultimo proposito volevo chiedere se l'assunzione di EDTA fosfolipidico può causare un aumento dei sali biliari in circolo, se è possibile che anche dopo tre settimane dal termine dell'assunzione dell'EDTA fosfolipidico i livelli di sali biliari siano alti, e in quale modo normalizzare i sali biliari in circolo.

P.S. Ovviamente, mi sono rivolto ad un allergologo (pensando inizialmente essere quello lo specialista competente), il quale mi ha prescritto mezza compressa la sera di Idrossizina (che ho dovuto interrompere perchè già dopo la seconda somministrazione mi sentivo completamente stordito), però secondo me la pista giusta è quella dei sali biliari, infatti quanto prima consulterò uno specialista in materia epatica, tuttavia ho apprezzato molto la competenza dell'Amministratore (sanmag), in particolare mi è piaciuto molto il suo modo di ragionare, pertanto ci terrei molto anche alla sua opinione.

P.P.S. Ai primi di aprile (circa un mese dopo l'inizio dell'assunzione dell'EDTA fosfolipidico) ho fatto un esame del sangue e delle urine, i valori epatici erano nella norma (fosfatasi alcalina e transaminasi), la gamma GT ai limiti (60 U/l), colesterolo pessimo (244, in particolare LDL 145, HDL basso) e trigliceridi bruttini (362), Albumina 62,2 % e 4,92 g/dl.

Grazie ed un cordiale saluto

Avatar utente
sanmag
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 556
Iscritto il: mer feb 05, 2003 5:45 pm

Re: Sindrome di Gilbert, EDTA, arrossamenti e pruriti.

Messaggio da sanmag » lun mag 29, 2017 2:15 pm

L 'EtilenDiaminoTetraAcetato (EDTA) è un chelante anionico: chela cioè ioni positivi come il calcio, il magnesio ed il piombo e, dopo somministrazione orale, è assorbito solamente per un 10-15% dall'intestino (retto).
Non credo che possa avere alcuna influenza sui sali biliari.
Diverso invece è il discorso per i fosfolipidi: tutti i grassi (fosfolipidi compresi) al passaggio nel duodeno, stimolano la contrazione colecistica e l'immissione di bile nell'intestino.
I sali biliari poi vengono riassorbiti dall'intestino (circolo enteroepatico dei sali biliari), riimmessi nella circolazione ed escreti nuovamente nella bile.
E' quindi possibile che i fosfolipidi provochino un transitorio aumento di sali biliari.
E' piuttosto semplice stabilire se il tuo prurito derivi o no dai sali biliari: SU INDICAZIONI DEL TUO MEDICO, potreSti provare ad assumere la COLESTIRAMINA (nome commerciale QUESTRAN) che è un chelante dei sali biliari (in pratica ne blocca il riassorbimento intestinale). Se il prurito è legato ai sali biliari, dovrebbe scomparire in pochi giorni.

Ciao!
Chi fa domande è uno sciocco per 5 minuti, chi non fa domande è uno sciocco per tutta la vita.

Rispondi