Divieto di utilizzo medicinali Geymonat

Per tenersi sempre al corrente di quello che accade sul sito e sul nostro sito e nel mondo della sanità.
Rispondi
Avatar utente
sanmag
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 556
Iscritto il: mer feb 05, 2003 5:45 pm

Divieto di utilizzo medicinali Geymonat

Messaggio da sanmag » mer dic 11, 2013 2:54 pm

L'AIFA, con determinazione del 5.09.2013, ha comunicato il divieto di utilizzo di tutti i lotti in corso di validita presenti sul mercato nazionale e fabbricati presso l'officina Geymonat S.p.A. in Anagni dei seguenti farmaci:

INTRAFER 50 mg/ml - AIC N. 016747026

INTRAFER 100 mg/ml - AIC N. 016747038

INTRAFER 50 mg/ml - AIC N. 016747040

TESTO ENANT IM 1 f ml 100 mg - AIC N. 009746013

TESTO ENANT 250 mg/2 ml - AIC N. 009746025

NABUSER 30 cpr 1 g - AIC N. 026673057

NABUSER 30 BUSTINE 1 g AIC - N. 026673069

CITOGEL 2 g/10 ml AIC - N. 028190027

ECOMI' 1% crema tubo 30 g - AIC N. 024846014

ECOMI' 1% emulsione cutanea 30 ml - AIC N. 024846026

ECOMI' 1% polvere 30 g - AIC N. 024846038

ECOMI' 150 mg ovuli - AIC N. 024846040

ECOMI'100 mg sol vaginale 30 ml - AIC N. 024846053

ECOMI' 100 mg sol vaginale 30 ml - AIC N. 024846065

VENOSMINE 4% crema tubo 40 g- AIC N. 024062046

VENOSMINE 450 mg cpr - AIC N. 024062073

VENOSMINE 450 mg polvere - AIC N. 024062085 della ditta Geymonat SpA

GASTROGEL os gel 30 bustine 2g 10 ml - AIC N. 027819022 della ditta Giuliani SpA

ALVENEX 20 cpr 450 mg - AIC N.038052015

ALVENEX os sosp 20 buste 450 mg - AIC N. 038052027 della ditta Alfa Wassermann Spa

SUCRATE gel os 30 buste 2 g 10 ml - AIC N.025652052 della ditta Lisapharma Spa

Il provvedimento di divieto di utilizzo è stato disposto nel corso delle indagini aggiuntive, svolte dal NAS di Latina con riferimento al medicinale Ozopulmin, in quanto sono emerse gravi problematiche e irregolarità anche per altri medicinali commercializzati e/o prodotti dalla medesima Azienda anche per conto terzi.

I pazienti che utilizzano questi farmaci dovrebbero rivolgersi al proprio medico curante per concordare eventuali alternative.

Si tratta di un provvedimento cautelativo, emanato dall’AIFA in attesa dei risultati delle verifiche straordinarie in corso, (verifiche straordinarie che in via precauzionale sono state disposte per tutte le confezioni in commercio prodotte dell’azienda, per un valore stimato di diversi milioni di euro), adottato a seguito di costanti azioni di monitoraggio volte a ridurre ogni rischio, anche solo ipotetico, per la salute dei pazienti, legate nello specifico alla possibile presenza di un quantitativo di principio attivo inferiore a
quello approvato e indicato in etichetta.

Le confezioni di medicinali appartenenti ai lotti oggetto del divieto di utilizzo devono essere accantonate in attesa di acquisire l’esito degli approfondimenti tecnici eseguiti dall’Istituto Superiore di Sanità, che potrebbero portare alla revoca del provvedimento AIFA qualora dovesse essere accertata la totale assenza di difetti di qualità.

In tal caso le confezioni potrebbero essere ancora utilizzabili entro la data di scadenza riportata in etichetta.
Nel caso in cui, invece, venisse confermato un problema relativo alla qualità dei medicinali oggetto del provvedimento cautelativo, i lotti verranno ritirati definitivamente dal commercio.
Al momento i medicinali sono bloccati nelle farmacie o presso i grossisti.

Coloro che dovessero avere in casa delle confezioni sono invitati a non utilizzarle in attesa del completamento delle indagini: l’evoluzione della situazione verrà tempestivamente comunicata.
Chi fa domande è uno sciocco per 5 minuti, chi non fa domande è uno sciocco per tutta la vita.

Rispondi